Osama se la ride: buonumore nell’intervista segreta

Nell’ultima intervista rilasciata da bin Laden al suo giornalista preferito, il pakistano Hamid Mir, lo sceicco si è lanciato in minacce di ogni genere: la bomba atomica, la guerra chimica, i bambini americani (Osama: i bambini non dovevano morire sotto le torri, che ci facevano lì? Oppure la classica battuta spregiativa: questa cosa è talmente semplice che la capisce anche un bambino americano…).

Ma oltre alle parole dure Osama si è anche lasciato andare, due volte si è messo a ridere.

La prima quando il giornalista gli ha chiesto: è vero che lei ha sposato la figlia del mullah Omar? Non è vero, ah ah ah.

La seconda alla domanda: le ha mandate lei le lettere all’antrace? Ha detto di non saperne nulla e giù a ridere, ah ah ah.

Confesso che comincia a sfuggirmi qualcosa su questa guerra.

Ma forse è solo un problema di traduzione dall’arabo al pakistano all’inglese.

Sia per il video-rivendicazione che per quest’ultima intervista molti giornalisti ed addetti del Pentagono hanno invocato un problema di traduzione.

Il portavoce del Ministero della Difesa Usa, relativamente alla minaccia di Osama di usare le armi nucleari ha detto: “stiamo studiando le dichiarazioni, forse c’è un problema di traduzione, non confermiamo ancora il possesso dell’arma atomica“.

Ma che può aver detto bin Laden che possa sconcertare gli americani? Proviamo ad indovinare:

1) Se gli americani SUONERANNO LE LORO CAMPANE anche noi suoneremo LE NOSTRE CAMPANE, le abbiamo anche noi (ma che se ne fa un arabo delle campane?)

2) Se gli americani CONTINUERANNO A GETTARE PACCHI DI VIVERI pieni di salame e bourbon anche NOI tireremo loro PACCHI DI VIVERI pieni di cibo offensivo, li abbiamo anche noi (ma cos’è che un americano medio si rifiuterebbe di mangiare? Deve essere veramente letale…merda?)

3)Se gli americani BLOCCANO I MIEI CONTI IN SVIZZERA, anch’io bloccherò i LORO CONTI IN SVIZZERA, i bancari li abbiamo anche noi (questa a dire il vero è la minaccia più vaga, anche se è difficile immaginare qualcuno di più scortese di un bancario arabo, che vive in Svizzera, poi).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: