Sgarbi in Afghanistan: governo ladro?

Il prode Vittorio, sottosegretario ai Beni Culturali con fidanzata al seguito, è l’avanguardia politica della missione italiana in Afghanistan.

Le cose non sono partite benissimo, dato che l’aereo con la delegazione ministeriale e con i primi ufficiali ha rotto un motore ed ha dovuto fare scalo in Oman.

Se il buongiorno si vede dal mattino…

Un episodio del genere, consolidando l’immagine povera di un’Italia con le pezze al culo e le scarpe di cartone, avrebbe scoraggiato il sottosegretario più interventista.

Ma non il prode Vittorio che, glissando sul motore in avarìa e sugli incerti destini dell’esercito italiano in Asia si è detto entusiasta perché Berlusconi gli ha dato un compito di primaria importanza: “Vittorio, recupera il recuperabile”.

L’ordine fa riferimento al patrimonio artistico dell’Afghanistan: Sgarbi comincerà visitando la famosa vallata con le statue di Buddha distrutte dai talebani e farà una capatina al Museo di Kabul.

Ma una frase come quella di Berlusconi starebbe bene in bocca al Napoleone della Campagna d’Italia oppure ad Adolf Hitler, durante il sacco di Parigi da parte dei nazisti.

Data la sua immagine (assai deteriorata) sulla questione dell’appropriazione indebita, Berlusconi dovrebbe astenersi dal dare simili indicazioni ai suoi scudieri.

E se sparisce qualcosa dall’Afghanistan? Daranno la colpa all’Italia?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: