Robin Hood Tax sui petrolieri, ci siamo quasi. Sarà Food for Oil.

Ci siamo quasi, la tassa più attesa degli ultimi anni è in dirittura d’arrivo: la Robin Tax sui petrolieri che secondo l’intento del suo creatore, il ministro Tremonti, toglierà qualcosa ai ricchi (i petrolieri che si stanno arricchendo con la speculazione sul greggio) per dare ai poveri che han bisogno di cibo (in Italia, non in Africa, la precisazione è importante).

Il provvedimento arriverà mercoledi prossimo ma come previsto il Tremonti ha partorito un topolino: il gettito previsto sarà di circa 1 miliardo di euro. Da questo miliardo (che va detto, è piu o meno quanto lo stato incassa in una settimana da Iva e accise sui carburanti alla pompa) sicuramente non saranno colpiti i famosi speculatori citati dal ministro i quali, al riparo dalle lassiste amministrazioni finanziarie anglosassoni, continueranno a scambiarsi futures sui barili di greggio a Londra e New York senza pagare un dollaro od una sterlina al governo italiano. Di questo miliarduccio dovrebbero invece beneficiare gli affamati, nei casi più gravi ed urgenti di penuria di cibo sul territorio nazionale.

La cosa più interessante di questa tassa sarà capire come verranno usati i proventi sottratti alle grinfie dei petrolieri. Di sicuro, dati i roboanti annunci del ministro, dovrà trattarsi di una riedizione del Food for Oil Iracheno dopo la prima guerra del golfo: petrolio in cambio di cibo. Ma come si metterà in pratica il piano? Verranno create delle missioni? Fatto un ponte aereo? Si farà leva sul volontariato e sul dinamismo delle onlus locali?

Tremonti ci da un piccolo indizio quando dice della Robin Hood Tax: “darà un gettito che di fatto non avrà fini di tassa”. Ci da un indizio che non sa ancora cosa farne, di quel miliardo.

La soluzione più facile sarebbe un accordo con i petrolieri stessi, per gestire la distribuzione di cibo direttamente nei distributori che hanno ormai quasi tutti un punto di ristoro, almeno quelli principali: agli affamati che faranno un pieno verrà dato un buono per uno snack o un gelato. Aggiungendo 165 bollini si potrà avere la caffettiera De Longhi. In alternativa un pelouche.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: