Il tassista ed il tassato

Roma, arrivo all’aeroporto di Fiumicino in taxi

“Ecco qua, fanno 35 euro”

“Accetta la carta di credito?”

“No”

“Ehm…allora è un problema perché ho esaurito i contanti, mi dispiace”

“Ah…uhm…un momento…” (armeggia sotto il sedile estraendo un terminale per carte di credito)

(protende la mano verso di me per ricevere la carta)

“Ha detto che non l’accettava”

(non dice nulla)

“ecco qua la carta, American Express”

(armeggia con il terminale, schiaccia ripetutamente vari tasti, si sente un suono anomalo)

“la sua carta non funziona”

“Ma se l’ha accettata l’albergo, mezz’ora fa, forse il suo sistema non è convenzionato con American Express”

“Me lo hanno riparato che è poco, le prende tutte”

(protende nuovamente la mano)

“Bah, guardi, proviamo con la Visa. Altrimenti non so come pagarla”

(armeggia…schiaccia nuovamente diversi tasti…il pagamento viene miracolosamente accettato dal terminale)

“Bof…trof…grunf…”

Esce dal taxi, mi consegna il bagaglio. Un’altra corsa è finita. N.d.r. le carte di credito caricano una commissione su ogni pagamento effettuato all’esercente, in questo caso il tassista, che riceve di meno in cambio del servizio di pagamento. L’American Express carica le commissioni più alte. La Visa più contenute.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: